Padre Alberto Papa Onorato a Taiwan

Padre Alberto Papa (nato e cresciuto a Santa Maria di Leuca) onorato postumo a Taiwan

 

Taipei, 21 nov. (CNA) Padre Alberto Papa, un prete italiano che aveva servito per oltre quattro decenni nelle comunità indigene di Taiwan, sabato è stato onorato postumo per il suo contributo alla conservazione e alla promozione della lingua e della cultura Atayal indigene.
Il sacerdote è morto in Italia alla fine di ottobre e una messa commemorativa è stata celebrata nella chiesa cattolica Holy Cross Sanmin a Taoyuan per ricordarlo.
Alla messa, Qucung Qalavangan vice capo del Consiglio dei popoli indigeni (CIP), ha consegnato la medaglia nazionale di classe 3 al capo dell’Ordine dei Frati Minori (OFM) a nome di Padre Alberto.
Il funzionario del CIP ha detto che il premio è stato assegnato per la dedizione di padre Alberto al benessere delle popolazioni indigene di Taiwan, in particolare la sua promozione della lingua e della cultura atayal.


Durante la sua permanenza nel distretto montuoso di Fuxing, a Taoyuan, dove vivono gli indigeni Atayal, padre Alberto ha contribuito a fornire corsi di cucito in modo che le donne nelle comunità locali potessero apprendere le abilità come un modo per guadagnarsi da vivere.
I suoi altri contributi includevano la creazione di una clinica comunitaria in un momento in cui le cure mediche non erano facilmente accessibili in aree montane così remote, ha anche tradotto la Bibbia in Atayal e ha scritto una serie di testi che hanno trascritto la lingua Atayal in lettere romane, aiutando gli Atayal a preservare la loro cultura e tradizioni.

Dopo 46 anni di servizio a Taiwan, padre Alberto è tornato in Italia nel luglio 2009, raggiunta l’età pensionabile.
Un anno dopo è tornato a Taiwan, non come missionario, ma piuttosto per continuare a studiare la lingua e la cultura atayal. Nel 2016 è tornato a casa in Italia, dove è rimasto fino alla sua morte il 31 ottobre all’età di 85 anni.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •