Fabio Galati: il GUP ha disposto di procedere con le indagini sulle cause che provocarono la tragica morte

fabio1

E’ di oggi la notizia, che il GUP ha accolto l’opposizione dei procuratori delle p.o. ed ha  ,dunque, disposto la prosecuzione delle indagini sulle cause che provocarono la tragica morte di Fabio Galati, avvenuta un anno fa nel porto di Leuca, notizia che sconvolse l’intera comunità del nostro paese.

Il PM d.ssa Stefania Mininni, aveva, precedentemente , depositato istanza di archiviazione della posizione di tutti gli indagati , ad eccezione di Cristino Antonio comandante del M/P “Nuova Anna I” , escludendo dunque la responsabilità dell’armatore e del saldatore (che lavorava a bordo del peschereccio barese).La notizia giunse dalla stampa , in quanto il PM non procedette con la notifica ai legali,pertanto gli avvocati Eleonora Galante (incaricata dalla moglie,dai figli e dai genitori di Galati) e  Chiara Spagnolo (per i fratelli di Galati) presentarono istanza di opposizione all’archiviazione al GUP d.ssa  Simona Panzera.

Il GUP Panzera, acquisita la documentazione prodotta (attraverso le investigazioni condotte e l’ascolto dei vari testimoni) e condivise le motivazione e le nuove informazioni apportate, ha accolto le richieste degli avvocati Galante e Spagnolo, a seguito della discussione in Camera di Consiglio del 10 giugno scorso , alla presenza anche dell’ Avv.Piscopiello (difensore di Ruocco Giuseppe ,il saldatore) e dell’Avv. Parente (procuratore dell’armatore Cristino Giuseppe e del comandante Cristino Antonio).

Il Gup ha deciso, a seguito della discussione, di proseguire con le indagini (nei confronti dell’armatore , del comandante e del saldatore), indagini da svolgere entro sette mesi, ha archiviato nei confronti dei marinai della M/P “Nuova Anna I” , ed, infine, ha accolto le richieste degli Avvocati Galante e Spagnolo, di nominare un perito elettrico (al fine valutare un eventuale shock elettrico in danno dei muscoli cardiaci o respiratori e l’effetto che questo possa aver prodotto su Fabio, il cui corpo era immerso in acqua) ed un’eventuale integrazione della CTU  medica, anche a seguito delle risultanze emerse dagli accertamenti dello Spesal di Maglie , che  hanno confermato quanto affermato dai legali Galante e Spagnolo, in merito allo svolgimento del lavoro a nero che stava svolgendo Fabio Galati per conto degli indagati.

 

 

mc

 

Gli avvocati Spagnolo e Galante dichiarano :

Faremo il possibile per giungere alla verità dei fatti , per capire cos’è successo realmente al povero Fabio Galati. E’ una questione di principio e di tutela per i diritti dei suoi cari e soprattutto nei confronti dei suoi figli rimasti senza un padre così prematuramente.

 

fonte Avvocati Fam. Galati

L’intera comunità di Leuca e tutti quelli che hanno avuto un legame con Fabio  sperano che venga fuori la verità e che venga fatta giustizia.

vvv

 

#veritàegiustiziaperFabio

 

 

 

Condividi
  • 428
  •  
  •  
  •  
  •